Buñuelos e churros

"Buñuelos y churros", due dolci tipici di Valencia, che vengono cercati e richiesti da moltissime persone, non solo valenciane, ma, al giorno d'oggi, anche da visitatori che arrivano in città.
Buñuelos e churros

Quando si nominano questi due dolci, buñuelos e churros, nella maggior parte dei casi, la mente li associa a qualche periodo festivo, ma è possibile trovarli e assaggiarli anche in periodi non necessariamente di festa.

Buñuelos

Nella pratica i “buñuelos” sono una massa composta da farina, acqua o latte, uova o lievito. Sono moltissime le versioni che si possono trovare in tutta la Spagna, infatti possono essere ripieni con creme dolci o salate, oppure preparati mettendo all’interno della massa gli ingredienti più diversi: dal baccalà ai gamberi, dalle melanzane alle zucchine, dal formaggio ai fichi secchi. Questa massa una volta pronta viene fritta in olio d’oliva, o per contenere i costi in olio di girasole. La forma classica è quella di una piccola ciambella.

Questo un video che ci fa comprendere la manualità nel preparare i “buñuelos”:

A Valencia è possibile trovarli in molti menù dei ristoranti, normalmente nelle loro versione salata, oppure durante le feste (in particolar modo durante la festa Las Fallas che si conclude nel mese di marzo) nella loro versione dolce, nella maggior parte delle volte elaborati con la zucca. Sono tipici i locali chiamati “buñoleria”.

Churros

I “churros” sono invece una massa composta da farina di grano, zucchero e sale e anch’essi vengono fritti nell’olio. Vengono prodotti e consumati in tutta la Spagna e per questo motivo ne esistono, anche in questo caso, diverse versioni.
Possono avere una forma lineare oppure la più caratteristica è la forma a “lazo”. I locali tipici vengono chiamati “churreria” e il macchinario per dargli la forma e realizzarli si chiama “churrera” e consiste in un cilindro nel quale si introduce la massa che viene premuta da un pistone e fuoriesce da un foro con la tipica forma di stella.
Possiamo vedere una “churrera” in funzione visualizzando questo video:

Se alla massa dei “churros” si aggiunge un po’ di bicarbonato, la si lascia riposare per più tempo e si cambia la proporzione della farina rispetto l’acqua (maggiore la quantità della seconda rispetto la prima), otteniamo un altro dolce che è conosciuto con il nome di “porra”.

Buñuelos e churros per colazione o merenda

È tipico accompagnare buñuelos e churros con una buona tazza di cioccolata calda o di caffelatte, per questo motivo vengono consumati, nella maggior parte dei casi, per colazione o merenda. Durante le celebrazioni è caratteristico trovare, lungo le strade della città o del paese in festa, chioschi adibiti alla preparazione di questi dolci.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp