Fideuà

La fideuà è uno dei piatti tipici di Valencia, un piatto tradizionale della costa del Levante che ha come ingrediente principale il "fideo", un tipo di pasta prodotta con farine di grano duro ed acqua.
Fideuà

Per “fideuà” s’intende un piatto tradizionale della costa del Levante che ha come ingrediente principale il “fideo”, un tipo di pasta prodotta con farine di grano duro ed acqua, ma che si può trovare anche nel mercato con grano saraceno, fecola o riso.

La storia dell’origine di questo piatto è alquanto curiosa perché è nato grazie ad una distrazione di un cuoco che ha saputo sfruttarla con un pizzico di fantasia.

La storia di come nacque la fideuà

Ci troviamo presso il porto di Gandia, una città che si trova a poco più di 60 km da Valencia, nei primi anni del 1900. In una delle giornate in cui era consuetudine uscire in mare per pescare, all’ora di pranzo, il cuoco dell’imbarcazione “Santa Isabel” aveva deciso di deliziare i palati dei compagni di lavoro con una paella ai frutti di mare.
Cominciò quindi ad elaborare il piatto: preparò i gamberi e gli scampi soffriggendoli nella paella con dell’olio d’oliva, aggiunse il pomodoro tagliato a piccoli cubetti, l’aglio, la cipolla e un po’ di paprika, quando si accorse di non avere a bordo il cereale di cui necessitava per completare il piatto: il riso. Aveva però nella dispensa degli spaghetti.

Per risolvere la mancanza del riso, il cuoco, una volta versato il brodo di pesce, precedentemente preparato, fece a pezzi gli spaghetti e li aggiunse al recipiente come se fosse riso. Fece asciugare come nella preparazione di una paella e servì ai compagni. Questi ultimi rimasero sorpresi dalla bontà del piatto e dal gran sapore della nuova invenzione. Nacque così la Fideuà!

Il “fideo”: forma e spessore

Ai giorni nostri è possibile trovare il “fideo”, che possiede una forma allungata di sezione tonda e una lunghezza di uno/due centimetri, nelle varianti “fino”, “grosso” o “forato” (quest’ultimo simile al bucatino italiano). Per indicare lo spessore del “fideo” si utilizza una scala numerica che va dal numero 0, per indicare il più sottile, fino a il numero 4 che è il più grosso.

Esiste una sola ricetta?

Quella sopra descritta è la ricetta originaria della fideuá, ma sono moltissime le versioni che possiamo trovare, utilizzando anche carne e verdura. A nostro avviso è molto più gustosa la fideuá fatta con il “fideo fino” ed è anche la più difficile da cucinare per l’attenzione che necessita la sua cottura.

Possiamo definire questo piatto parente della paella perché vengono preparati con lo stesso recipiente. Scopri le caratteristiche e le curiosità della paella leggendo l’articolo dedicato.

Facebook
Google+
Twitter
WhatsApp

Distribuzione prodotti gastronomici

Shybarum – Azienda seria e professionale all’interno del mondo della ristorazione a Valencia. Leader nella distribuzione e commercializzazione di prodotti alimentari.

InoxArt - expertos en Inox - mobili industriali in acciaio

Mobili industriali in acciaio

Inoxart è un’azienda che ha una vasta esperienza nella progettazione, produzione, fornitura e assemblaggio di strutture e mobili industriali in acciaio inossidabile per il settore della ristorazione professionale.

Centro di formazione

Uno dei centri di formazione più attrezzati che consente di acquisire competenze legate al mondo HORECA è il centro “La Nave” situato a Catarroja.