Paella valenciana

La zona alla quale si attribuisce l'origine della paella valenciana è quella limitrofe al lago Albufera, che si trova dentro il Parco Naturale che porta lo stesso nome e che dista pochi chilometri dal centro della città di Valencia.

Uno dei migliori esempi di piatto popolare, ovvero creato con gli ingredienti a disposizione di un popolo perché offerti dall’ambiente circostante, che è diventato poi un grande successo gastronomico a livello internazionale è la paella, in particolar modo quella denominata “paella valenciana”.

A nostro avviso, una lettura dell’articolo che abbiamo dedicato alla cultura del riso e di quello rivolto in maniera generica al mondo della paella, aiuterebbe a completare e arricchire le informazioni che stiamo per fornire riguardo la paella valenciana.

Valencia, culla della paella valenciana

Quante volte abbiamo ascoltato o letto “Valencia culla della Paella”? Moltissime, perché è vero! O meglio, l’area a cui viene attribuita la nascita di questo piatto è quella limitrofa al lago dell’Albufera dentro l’omonimo Parco naturale, che si trova pochi km dal centro della città di Valencia. Leggi l’articolo intitolato “Spostarsi all’Albufera” per conoscere le diverse possibilità per raggiungere l’Albufera.

Questa zona metteva a disposizione tutti gli ingredienti utili per la nascita del famoso piatto valenciano. La presenza d’acqua del lago, le risaie limitrofe per quanto riguarda il cereale protagonista, le fresche verdure coltivate nella campagna della zona, gli animali selvatici come le anatre, e quelli da cortile come pollo e coniglio, hanno permesso, assieme alla necessità di sfamare i contadini ed i pastori che lavoravano nella zona, di dar vita alla paella valenciana.

Gli elementi necessari per preparare la paella valenciana

Attualmente gli ingredienti della ricetta riconosciuta come autentica della paella valenciana sono: acqua, riso, pollo, coniglio, fagiolino verde piatto, conosciuto anche come “piattone verde” (bajoqueta), fagiolo bianco “di Spagna” (garrofó), pomodoro fresco, pezzi di pollo e di coniglio, aglio, sale, olio extra vergine di oliva, paprika (pimientón dulce) e zafferano (azafrán).
Molti ristoranti aggiungono anche l’anatra e le lumache di terra, oltre che un rametto di rosmarino per dar l’ultimo tocco di sapore durante l’ultima parte della cottura del piatto.

Nel tempo, logicamente, sono nate moltissime versioni che propongono combinazioni di ingredienti diversi e che soddisfano esigenze territoriali differenti, come ad esempio l’utilizzo dei carciofi, di costicine di maiale e di svariati tipi di pesce: frutti di mare, baccalà, astice, seppia, calamaro, coda di rospo e via dicendo. Può essere interessante leggere l’articolo “A banda – del senyoret – negro”.

Dobbiamo, perciò, tener presente che quando si parla di paella valenciana ci si riferisce ad una paella di carne e verdura. Le altre sono sempre “arroces secos”, preparate nel recipiente che dà il nome al piatto, ma non vengono definite con l’aggettivo “valenciana”. Scopri le varietà del riso e i suoi metodi di preparazione.

Consiglio: prenotare un tavolo in un ristorante e ordina la paella

Importante ricordare che la tempistica di preparazione della paella valenciana – dall’inizio, il soffritto della carne e delle verdure,  alla fine, la creazione del “socarrat” – si aggira attorno ai 60 minuti. Per questo motivo consigliamo vivamente di programmare il proprio pranzo con la paella valenciana, non solo prenotando un tavolo al ristorante, ma anche comunicando la volontà di mangiare questo piatto e il numero di persone che parteciperanno all’appuntamento gastronomico.
Leggete l’articolo che riporta diversi consigli, oltre a questo, per rimanere pienamente soddisfatti del proprio pasto.
È solito, a Valencia, accompagnare questa paella con una tipica salsa denominata “all i oli” che consiste nell’emulsione dell’aglio con olio d’oliva, che in passato veniva preparata con il mortaio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Distribuzione prodotti gastronomici

Shybarum – Azienda seria e professionale all’interno del mondo della ristorazione a Valencia. Leader nella distribuzione e commercializzazione di prodotti alimentari.

InoxArt - expertos en Inox - mobili industriali in acciaio

Mobili industriali in acciaio

Inoxart è un’azienda che ha una vasta esperienza nella progettazione, produzione, fornitura e assemblaggio di strutture e mobili industriali in acciaio inossidabile per il settore della ristorazione professionale.

Curso de español en Valencia - corso di spagnolo a Valencia

Innovativo e utile: un corso di spagnolo a Valencia adattato al mondo gastronomico e ristorativo

Una realtà formativa all’interno del settore gastronomico e ristorativo della città di Valencia. “Degusta el Español”, una scuola di spagnolo che apre le sue porte non solo a chi vuole imparare il castigliano e avvicinarsi alla gastronomia tipica spagnola, ma anche a tutti coloro che sono curiosi e vogliono conoscere realtà locali produttive, partecipare a dibattiti tematici e condividere del tempo per delle scampagnate ed escursione che ci permetteranno di crescere e conoscere.